(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.data-privacy-src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','https://www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-23112631-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');

Ricerca FattoreMamma maggio 2016: Mamme italiane, mamme digitali

Ricerca FattoreMamma maggio 2016: Mamme italiane, mamme digitali

2018-09-14T12:09:01+00:00Categories: Ricerche|Tags: |

2B Research – FattoreMamma

FattoreMamma ha reso noti i risultati di una nuova ricerca sul target mamme realizzata in collaborazione con 2bResearch. Si tratta di una ricerca quali-quantitativa che ha permesso di esplorare il mondo delle neomamme nell’era di Interne.

La parola che le mamme usano più spesso per descriversi è “attenta”, ancor prima che premurosa e affettuosa. La mamma moderna è una mamma che non ama delegare, sa essere organizzata e si dedica anima e corpo a ciò che le piace. È sempre più tecnologica (il 92% ha uno smartphone) e lo utilizza soprattutto per cercare informazioni utili a sé e alla sua famiglia, acquista molto online (il 91% dice di fare shopping su web) e segue i brand sui social per interagire con loro (il 53%).

Se osserviamo la mamma quale “consumatrice”, emerge il suo ruolo di decisore d’acquisto in quasi tutti i settori (dall’alimentazione all’igiene, dalla puericultura ai giochi).
Ma dove si informano le mamme prima di acquistare i prodotti? Il web supera i media tradizionali e si attesta al primo posto in particolare se si considerano i blog, i forum e le community, seguito dai consigli delle pari. Ben il 45% si può considerare Blog Follower (segue con costanza blog di altre mamme on line) e App Lovers (usa un’app almeno una volta al giorno).

“Anche le leve di marketing messe in campo dalle aziende stanno cambiando per essere in sintonia con i nuovi scenari” commenta Jolanda Restano, socia fondatrice di FattoreMamma. “Sempre più brand riconoscono l’esigenza di rivolgersi alle mamme con format “native”. Questo significa, ad esempio, coinvolgere le mamme influencer in rete, quali partner capaci di costruire contenuti di qualità e creare coinvolgimento diretto sul target”.

SCARICA LA RICERCA IN PDF
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più Privacy e cookie policy. Ok